Finestra Catalana


Finestra catalana

Nel perimetro  murario di Sant’Agata de’ Goti si individuano delle torrette d’avvistamento o di presidio del  circuito urbano medievale. Fiancheggiando la cinta muraria in via Riello si giunge all’estremità del borgo e ad una torre decapitata, sulla quale spicca una finestra con fregi catalano-aragonesi, forse dovuta alle attività edilizie dei Rams, padroni di Sant’Agata nel  Cinquecento.

La storia di questa finestra, unica testimonianza di questo stile a S. Agata, si intreccia anche con un racconto popolare. Si narra di una giovane artista catalana trasferitasi a S. Agata per amore di una donna napoletana. L’artista, come segno di amore, avrebbe affrescato la loro casa e intarsiato la finestra in stile catalano.

Luca Zaccariello, La città di Sant’Agata dei Goti nel XVIII secolo, in Rivista di Terra di Lavoro : storia cultura società, bollettino ufficiale dell’Archivio di Stato di Caserta, Anno 2, n. 3 (ott. 2007)

www.iluoghidelcuore.it