Sala Consiliare: affresco


Sala consiliare

Sala consiliare

Autore : VINCENZO SEVERINO

Data di realizzazione: 1899 – tempera su muro

Durante i lavori di ristrutturazione di Palazzo San Francesco, nel 1899 fu creata una maestosa sala consiliare ad opera dell’ingegnere municipale Francesco Mustilli e decorata da Vincenzo Severino (1859-1926), allievo di Domenico Morelli presso l’Accademia delle Belle Arti di Napoli. L’impianto decorativo è costituito dall’imponente ritratto di Vittorio Emanuele II, sulla parete d’ingresso e, su di un lato, da un affresco che rappresenta Sant’Agata siciliana, patrona dell’antica roccaforte sannita, firmato e datato 1899. Nel 1902 l’aula fu arredata con mobili costruiti dai fratelli Nuzzi, validi maestri dell’intaglio. L’affresco di Sant’Agata, di recente, è stato interpretato in chiave massonica. La santa, maestosa e solenne, è riccamente adornata di simboli inusuali. Sant’Agata è senza aureola, ma col serto d’alloro, seduta sul terzo gradino di una scala gerarchica propria della Massoneria e ai lati due figure allegoriche, la Poesia e l’Architettura col compasso; il leone, simbolo di forza, accovacciato con tra le zampe il fascio, simbolo romano-littorio e, al margine del dipinto, una ruota dentata, che nella simbologia massonica è motrice dell’architettura dell’universo; infine, il braciere e il fumo che collega la terra col cielo. Le connessioni alla massoneria sono riconducibili anche a dei riferimenti storici locali, che ipotizzano l’esistenza nel 1800 a Sant’Agata de’ Goti di una Loggia di rito scozzese, con sede in una località, Santa Maria Scozzese, dal toponimo strano e inusuale. Anche il simbolismo religioso, però, è ugualmente rappresentato: vi sono le palme del martirio, il braciere che richiama il supplizio sui carboni accesi, che rese martire la Santa e l’influenza protettiva sulla cittadina, rappresentata dagli scorci. Va, inoltre, evidenziato che l’impostazione del dipinto è la stessa di un bassorilievo che decora un’acquasantiera del duomo.

Lucia Giorgi e Pasquale Severino, Vincenzo Severino pittore caiatino a 150 anni dalla nascita 10 marzo 1859-2009, Erregraph graphic Arts, 2009