Chiesa di Santa Maria Assunta-Duomo: Portico


Chiesa della SS. Maria Assunta, Portico

Il portico è stato realizzato nel XII secolo con massi, capitelli e colonne di spoglio databili dal I al IV secolo d.C.. Si presenta sul fronte con tre archi a tutto sesto e sui fianchi con un arco, sostenuti da colonne: le due che sorreggono l’arco centrale sono libere, mentre le altre ai lati e sui fianchi si addossano rispettivamente ai lati corti dei pilastroni e alla parete della facciata.

Della fase originaria medievale si conservano solo le colonne e i pilastri angolari, questi in muratura composta da blocchi di reimpiego in cui sono inseriti anche iscrizioni funerarie e frammenti di rilievi.

E’ stato rilevato che la facciata del portico non è parallela a quella frontale della chiesa, ma è leggermente sghemba, forse per adattarsi alla conformazione dell’area in cui sorge.

Le colonne nel portico e in facciata sono dodici, tutte dotate di basi e capitelli corinzi antichi, che nonostante siano di materiale di spoglio presentano un’omogeneità.

Le quattro colonne collocate ai lati del portale mediano appaiono, invece, meno uniformi, in quanto non sono composte da fusti unitari e le basi sono diverse tra loro. I piedistalli sono composti da un blocco su base in laterizio di altezze diverse tra di loro per compensare il dislivello del pavimento su cui poggiano.

Queste colonne presentano un’imposta a lastrone su cui poggia la nervatura di una delle cupole del soffitto del portico e che nonostante l’intonaco moderno, riflettono la forma di quelle originarie romaniche.

Nei pilastroni sono inseriti blocchi che presentano caratteristici incavi rettangolari relativi alla funzione agricola originaria, come l’ incavo a ‘L’ rovesciata che serviva per l’inserimento di montanti delle presse olearie.

Chiesa di San Menna a Sant’Agata de’Goti: Atti del convegno di studi 9 giugno 2010 Sant’Agata de’Goti, a cura di Franco Iannotta, Salerno, 2014

 

gallery_icon  new-folder-video promo_9577
Galleria Fotografica Video Contatti & Info